(+39) 351 8321374

Chiama per Informazioni

RIMINI

Lavora con noi

Entra nel team

ferie della badante

Le ferie della badante

 Che cosa sono le ferie?

Quando mi capita di trattare l’argomento ferie della badante con i clienti cui propongo i servizi di assistenza domiciliare noto che frequentemente sono smarriti e non hanno le idee chiare.

Le ferie sono giornate di astensione dal lavoro.

Le ferie della badante e di qualunque altro lavoratore dipendente sono riconosciute, ai sensi del diritto del lavoro, come inalienabili.

Pertanto alla badante spettano giorni di ferie da godere durante l’anno che sono pagate al 100% del salario giornaliero lavorativo.

Perchè sono importanti le ferie della badante?

Il legislatore ha previsto dei periodi di sospensione dell’attività lavorativa per dare modo ai lavoratori di potersi rigenerare fisicamente e mentalmente.

Le ferie della badante appaiono importanti in considerazione del tipo di attività che presta.

L’assistenza di persone anziane o disabili è particolarmente impegnativa perchè richiede attenzione, pazienza e attività da svolgere continuamente durante l’orario di lavoro.

Diventa quindi fondamentale che la famiglia preveda le ferie della badante, proprio perchè dalla  badante si aspetta che sia il più premurosa ed efficiente possibile nell’assistere i suoi anziani.

ferie della badante 2

Quando e come accordarsi per le ferie della badante?

Il CCNL di badanti & colf disciplina le ferie cui hanno diritto i lavoratori domestici.

All’art. 17 stabilisce che il lavoratore matura per ogni anno di servizio presso lo stesso datore di lavoro un periodo di ferie di 26 giorni lavorativi.

Le ferie della badante maturano ogni mese di attività lavorativa prestata.

E’ consigliabile che la famiglia si accordi con la badante circa il godimento delle ferie.

Le ferie infatti rappresentano un diritto irrinunciabile che non può essere sostituito neppure da un eventuale ulteriore riconoscimento economico.

Se la badante esprime delle necessità o delle preferenze, la famiglia, come datore di lavoro, è bene che cerchi di assecondarne le richieste.

Se le ferie della badante possono essere pianificate come da sua richiesta, certamente ella sarà gratificata da questo e non cercherà altre soluzioni lavorative.

E’ frequente che le badanti chiedano di poter accumulare i giorni di ferie.

Questo accade quando la badante desidera trascorrere le proprie ferie facendo rientro nella nazione di provenienza dove spesso risiede la sua famiglia.

Il CCNL di badanti & colf prevede l’opportunità di accumulare i giorni di ferie della badante per un arco temporale massimo di un biennio.

In questo modo le badanti potranno godere in un’unica soluzione dei giorni di ferie maturati in due anni pari a 52 giorni.

Che cosa sono le ferie della badante non godute?

Se, come abbiamo evidenziato, le ferie sono un diritto irrinunciabile e dunque la badante le deve poter fare, è importante conoscere il trattamento previsto in alcune casistiche.

I giorni di ferie della badante possono essere maturati, ma non essere stati goduti prima della cessazione del rapporto di lavoro.

Si hanno ferie non godute quando il contratto di lavoro viene interrotto e la badante non ha ancora usufruito dei giorni di interruzione dal lavoro maturati nel periodo di competenza.

Il contratto di lavoro può interrompersi per volontà della badante, del datore di lavoro o per la morte dell’assistito.

Le ferie maturate e non godute dalla badante devono essere riconosciute economicamente da parte del datore di lavoro.

Quali difficoltà ha la famiglia rispetto alle ferie della badante?

Pur comprendendo la necessità che le badanti hanno di avere momenti di astensione dal lavoro per recuperare le energie fisiche e mentali, le famiglie si trovano smarrite.

Due sono le principali problematiche che si trovano ad affrontare:

  1. La prima è una difficolta di tipo psicologico.

Normalmente con la badante si è instaurato un rapporto umano e lavorativo e non è facile interromperlo seppure temporaneamente.

A volte è complicato anche spiegare agli anziani l’allontanamento per un periodo della persona che si occupa di loro.

Spesso le famiglie hanno timore di non trovare un’adeguata sostituta che si prenda cura dei propri cari.

  1. La seconda è una difficoltà di tipo organizzativo.

Le famiglie hanno necessità di trovare una persona che presti assistenza agli anziani nel periodo di ferie della badante abituale, ma spesso non hanno conoscenze o tempo per effettuare ricerche.

Come si può organizzare la famiglia?

Come ho suggerito in un mio precedente post, è consigliabile affidarsi ad un centro di assistenza domiciliare.

La famiglia è così sollevata dalla gestione di tutte le problematiche che possono emergere con la sostituzione della badante.

Il centro di assistenza domiciliare si occupa dell’attività di ricerca e selezione della badante, di verifica dei documenti, delle competenze e delle disponibilità.

Inoltre contratta le condizioni economiche e predispone il contratto e tutta la parte amministrativa.

Affidati ad Assistenza Viva Rimini per gestire le ferie della badante!

 

A presto

Maria Chiara

    (*) valore obbligatorio